martedì 16 agosto 2011

Ghiandola Pineale come ponte tra l'Uomo e il mondo Spirituale

Collocazione epifisi nel cervello
La ghiandola pineale o epifisi è una ghiandola endocrina delle dimensioni di un pisello, ed è collegata mediante alcuni fasci nervosi pari e simmetrici, alle circostanti parti nervose. Le sue cellule, i "pinealociti" producono l'ormone melatonina che regola il ritmo circadiano sonno-veglia, reagendo al buio o alla poca luce, infatti i fotorecettori specifici situati nella retina captano i segnali luminosi e li trasmettono direttamente al nucleo soprachiasmatico attraverso il tratto retino-ipotalamico. L'ormone messo in circolo vive 10 minuti e viene poi metabolizzato nel fegato
La ghiandola pineale secerne melatonina solo di notte: poco dopo la comparsa dell'oscurità le sue concentrazioni nel sangue aumentano rapidamente e raggiungono il massimo tra le 2 e le 4 di notte per poi ridursi gradualmente verso mattino. L'esposizione alla luce inibisce la produzione della melatonina in misura dose-dipendente.

La melatonina è inoltre l'ormone antagonista degli ormoni gonadotropi ipofisari, infatti gli elevati quantitativi di melatonina nell'individuo in età prepuberale, ne impediscono la maturazione sessuale. All'inizio della pubertà i livelli di melatonina decrescono notevolmente e nell'epifisi si accumula la cosiddetta sabbia pineale (anche se studi recenti hanno dimostrato che l'attività di deposizione della sabbia è legata ad una crescente attività secretiva, nel video di seguito vediamo gli studi del Prof. Sergio Felipe de Oliveira, dove spiega che questa "sabbia" in realtà sono cristalli di apatite...)

Questo ormone è un antiossidante, rallenta l’invecchiamento e stimola la funzione immunitaria.


Nei video che vi ho messo il Prof. Oliveira espone gli studi fatti sulla ghiandola pineale a livello fisico, è andato così in profondità da dimostrare il fenomeno medianico, strettamente collegata ad essa ed ai sui cristalli in essa contenuti, portando dati scientifici, correlazioni con i suoi pazienti. Trovo i suoi studi affascinanti ed illuminanti, da secoli l'Uomo cerca il collegamento con la spiritualità, mediante il fenomeno dello sciamanesimo ad esempio, in tutte le religioni l'uomo cerca il contatto col divino, oggi finalmente sappiamo che abbiamo un "decoder" interno di questo "segnale" di questa energia tanto sconosciuta quanto parte integrante di noi. Abbiamo dei Cristalli nella nostra ghiandola pineale, immagazinano e trasmettono questa energia nel nostro cervello, direi che è una cosa meravigliosa... facciamo tesoro di questa conoscenza ed utilizziamola nella vita di tutti i giorni, usiamo la nostra Spiritualità con una consapevolezza nuova. 

Photobucket

2 commenti:

  1. Ciao, esistono libri del Dr. Pelipe su come decalcificare la pineale ? Grazie, ciao

    Cryptato@gmail.com

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Beh, solitamente molti medici dicono che la calcificazione della ghiandola pineale, (che non è l'ipofisi, attenzione, non dà nessuna preoccupazione, non so se il Dott. Felipe de Oliveira abbia scritto libri su come decalcificare la ghiandola pineale ma non credo proprio... Lui addirittura la considera normale e collegata al fenomeno della medianità quindi non lo vede come un disturbo.

      Elimina