lunedì 3 febbraio 2014

Enneagramma – Tipologia 1: Il Perfezionista



“Una cosa è meglio farla bene che farla a metà”

Cominciamo con l’illustrare il primo dei nove tipi dell’enneagramma.
Importante specificare che a seconda dello stato di carica energetica e della quantità e qualità degli elementi  (fuoco, aria, acqua, terra)  presenti nella persona  questo tipo psicologico assumerà diverse sfumature di temperamento, troveremo quindi:
immagine dal web

-         
  1.  Il riformatore,
  2. Il saggio realista,
  3. La persona ragionevole,
  4. L’insegnante di  buoni  principi,
  5. L’idealista,
  6. La persona ordinata,
  7. Il perfezionista sentenzioso.




 
Noi ora andremo a descrivere le caratteristiche generali di questa tipologia che sono comuni a tutte queste varianti elencate.
In questo caso abbiamo di fronte un tipo saldo, sicuro di sé, corretto, onesto. È anche molto critico e puntiglioso verso gli altri ma in primis verso se stesso poiché è alla continua ricerca della perfezione. Si tratta di una persona piena di ideali e princìpi, moralmente eroico e nobile, coerente e perfetto nelle sue credenze. Organizzato, ordinato, tende a mantenere alti i suoi standard.
Egli desidera un mondo  ricco di verità, e di giustizia che continua a cercare proprio partendo da sé stesso, vorrebbe che gli altri si uniformassero al suo modo di vedere le cose.
Si sente superiore, valuta ogni situazione con molta attenzione e crede di essere sempre nel giusto.
Confronta, critica, giudica, ed è molto attento a quello che gli altri pensano di lui.
Se sono presenti dei conflitti interiori può diventare intollerante, fastidioso, ipercritico in caso di eccesso dell’elemento fuoco, ipocrita ossessivo in caso di eccesso dell’elemento aria e perfino un vendicatore punitivo in caso vi sia la combinazione dei due in eccesso.1

Le sue parole chiave sono “si deve” e “bisogna”.


Detesta le cose fatte male, le scorrettezze, il disordine, la mancanza di puntualità ed è un gran lavoratore e sembra non abbia mai sufficiente tempo per far le cose bene come devono esser fatte. Non ha bisogno di consigli per agire ma perché non li vuole, pensa di non averne bisogno.
Ha un forte autocontrollo con un giudice interiore che costantemente lo osserva e lo controlla. 
Il piacere assume solo un ruolo secondario e deve essere meritato dopo l’impegno svolto in precedenza.
Emozionalmente è un soggetto geloso che interiormente può covare risentimenti ed ira ma non ammette la sua collera che vede come debolezza e imperfezione,  quando è contrariato o soffre non mostra le sue emozioni controllandole e la rabbia rimane come tensione interna non espressa. 
Se invece la manifesta all’esterno diventa insopportabile ed intollerante per poi vergognarsi di essersi adirato ed arriva a negare di averlo fatto, anche di fronte all’evidenza.
È impaziente e non sa aspettare, serio, talvolta pedante, inflessibile, molto pratico e  crede che i sentimenti non siano importanti chiudendosi in sé stesso.
Il tono di voce è tendenzialmente accusatorio per mantenere la sua autorità sugli altri e per dimostrare la sua perfezione.
Ama le persone forti e decise, che lo ascoltano e che apprezzano quello che fa, che affrontano i problemi direttamente, è stimolato da questo tipo di persone che lo mantengono in competizione.
Interiormente però egli vorrebbe godersi i piaceri e le cose belle della vita, libero dal suo giudice interno che lo porta al controllo, ma per realizzare questo deve imparare ad essere indulgente con sé stesso, cosa assai difficile.
Quando ha raggiunto una buona evoluzione spirituale interiore diventa ragionevole, saggio e riesce a vivere sereno, può diventare allora un vero eroe morale.

Lezioni da imparare per migliorare:
  •  Liberati dalla necessità di “essere perfetto per essere buono" 
  • Non pretendere immediato cambiamento negli altri, ognuno ha i suoi tempi, il suo temperamento e le proprie lezioni di vita da imparare,
  • Ti arrabbi perché ti senti migliore degli altri ma la tua ira è il chiaro segnale del tuo rifiuto del modo di essere degli altri, ricorda che ci sono altri temperamenti ed il tuo non è l’unico, quindi la tua parola chiave dovrà diventare Accettazione. 
  •  Ascolta gli altri, anche loro hanno spesso ragione. 
  •  Evita di fare il giudice censore, il predicatore ed esamina i tuo difetti invece che quelli altrui.
  • La salvezza del mondo non dipende da te, impara a delegare.
  • Non essere troppo mentale ed ossessivo nei pensieri e forzato nelle azioni.
  •  Entra in contatto con i tuoi sentimenti, sviluppa le emozioni, hai bisogni e limiti come tutti e nessuno è lì a condannarti.   




1Ogni elemento ha delle caratteristiche specifiche che influenzano i diversi tipi dell’enneagramma, vedremo gli articoli dedicati in seguito.


Photobucket
Gli articoli del blog sono oggetto di proprietà intellettuale e possono essere usati solo se per scopi finalizzati alla sua diffusione e senza alterarne nessuna parte, citando il blog e l'autore Annica. Ogni violazione potrà essere perseguita in sede civile e penale secondo le normative di legge in materia di proprietà intellettuale.

Nessun commento:

Posta un commento